home » cultura » Italia, nasce a Cagliari il registro per le coppie di fatto

Italia, nasce a Cagliari il registro per le coppie di fatto

29 June 2012versione stampabile

Grandi novità per le coppie di fatto a Cagliari. Grazie ai voti del centrosinistra e anche di un consigliere di Futuro e Libertà, nasce nel capoluogo sardo il registro delle unioni di fatto e delle convivenze.

EVARISTO SA/AFP/GettyImages

Dalla votazione sono usciti una serie di articoli che spiegano bene il concetto di registro per le unioni di fatto: “E’ una coppia di fatto ogni nucleo basato su legami affettivi o i mutua solidarietà, tra due persone maggiorenni, caratterizzato dalla convivenza da almeno un anno e dal contributo di entrambe le parti alle esigenze di vita comune”.

Dunque, al registro potranno essere iscritti coppie eterosessuali e omosessuali ma anche amici che vivano insieme da almeno un anno.

Durante la votazione in consiglio comunale sono stati bocciati gli emendamenti presentati dall’opposizione, scettica sull’introduzione del nuovo registro.

Grande artefice della novità è il sindaco di Cagliari Massimo Zedda che ha subito espresso molta soddisfazione per l’andamento della vicenda. Il primo cittadini ci tiene a spiegare che il registro è sia utile per le giovani coppie ma anche per gli anziani che potranno condividere la vita con amici e coetanei e aiutarsi a vicenda.

3 Responses to Italia, nasce a Cagliari il registro per le coppie di fatto

  1. Giovanni

    29 June 2012 at 14:59

    Era ora che qualcuno spezzasse questo velo di ipocrisia nei confronti delle coppie di fatto, omosex e conviventi pensionati anziani. Quando questo paese, servo del Vaticano, troverà un pò di orgoglio patrio e laico x diventare uno stato veramente x tutti i suoi cittadini?

  2. federico

    30 June 2012 at 13:06

    finchè il nostro amatissimo Vaticano ci terrà per i testicoli con i buoni del nostro Tesoro,con i conti dei nosti deputati presso lo IOR,stiamo messi malaccio…peccato che l’ articolo 7 della Costituzione sia intoccabile,sarebbe un occupazione Legittima,nei confronti di uno Stato che fa dell Ingerenza nella Politica Italiana la sua Fortuna…

  3. Cittadino

    1 July 2012 at 14:38

    Approvo la decisione del consiglio comunale. Le coppie di fatto sono da riconoscere ed aiutare ma dopo la famiglia basata sul matrimonio perchè questa si accolla i diritti e tutti i doveri previsti dalla legge.