home » esteri » Siria, parla Assad: non volevamo colpire jet turco

Siria, parla Assad: non volevamo colpire jet turco

3 July 2012versione stampabile

“Abbiamo appreso che l’aereo apparteneva alla Turchia solo dopo la sparatoria. L’aereo stava volando in un corridoio aereo utilizzato in passato tre volte dall’aviazione israeliana. Sono dispiaciuto dell’accaduto, sarei stato felice se il jet abbattuto fosse stato israeliano”.


Questo il commento del presidente siriano Bashar al-Assad in riferimento all’abbattimento di un caccia militare turco avvenuto venerdì 22 giugno da parte della contraerea siriana. La Turchia ha definito ”atto ostile” il fatto, mentre ancora una volta la Russia si è schierata al fianco di Damasco sostenendo che il velivolo militare turco avesse violato lo spazio aereo della Siria.

Assad, in un’intervista concessa al quotidiano turco Cumhuriyet, è intervenuto sulla vicenda per la prima volta in prima persona, assicurando che non permetterà che le tensioni politiche tra Siria e Turchia degenerino in un conflitto aperto.