home » diritti » Spagna, licenziati il 75 per cento dei lavoratori di RTVV

Spagna, licenziati il 75 per cento dei lavoratori di RTVV

16 July 2012versione stampabile

La dirigenza di RTVV, ente radiotelevisivo di Valencia, ha informato che ha intenzione di licenziare fino a 1.295 lavoratori della televisione pubblica. Una cifra che significa oltre il 75 per cento del personale corrente, che ammonta a 1.695 lavoratori.

Il simbolo della tv valenciana

Immediata la reazione dei lavoratori, che hanno affermato: “Noi ci adopereremo per mantenere la televisione pubblica. Lo facciamo anche per i cittadini”.

Secondo quanto riferito da El Pais, l’intento di RTVV, sarebbe quello di ridurre lo staff a 400 dipendenti. RTVV ha, infatti, un debito di circa 300 milioni di euro. Necessaria quindi, questa misura, secondo la dirigenza, dal momento che negli ultimi anni l’ente aveva maturato una perdita enorme e il pubblico dei telespettatori era sempre in calo.

Questo provvedimento”, dichiara una fonte di RTVV, “è la prima fase di un ampio piano di ristrutturazione che abbiamo previsto, quindi non escludiamo che ce ne possano essere altri. L’attuale struttura del ‘Gruppo RTVV’, progettata negli anni ’80, è impossibile da mantenere in questo clima di crisi economica”.

Ci vogliono rubare tutto”, ha affermato uno dei dipendenti, in protesta da questa mattina. In termini di cifre, RTVV vedrà il suo personale ridotto di più del 75 per cento. Dure le reazioni alla decisione dell’Ente, non solo dei lavoratori ma anche dei partiti.

Vincent Mifsud, presidente del comitato di impresa, ha dichiarato: “Noi crediamo che questa misura serva solo andare in una direzione di privatizzazione della televisione. Il disegno di legge in Parlamento è stato il primo passo e ora vogliono passare alla seconda fase”.

“Non è affatto impensabile che l’azienda applichi l’ERE (Expediente de Regulacion de Empleo)”, ha poi asserito il deputato socialista Josep Moreno.

Ciò che si teme, infatti, è che l’ERE, processo che secondo la legge spagnola permette a una impresa in crisi di ottenere l’autorizzazione per licenziare i suoi lavoratori, sia solo un modo per arrivare alla privatizzazione del gruppo.