home » ambiente » Tanzania, affondato traghetto: 31 morti

Tanzania, affondato traghetto: 31 morti

19 July 2012versione stampabile

A Zanzibar, in Tanzania, un traghetto con a bordo 290 persone si è ribaltato uccidendo almeno 31 persone, tra nazionali e stranieri. Oltre cento passeggeri sono ancora dispersi, ha riferito il Governo, mentre sono 136 quelli messi in salvo finora.

 

ISSA YUSSUF/AFP/GettyImages

Tra i dispersi vi sono anche due dei 16 stranieri presenti sul traghetto. Gli altri 14, invece, sono stati salvati.

Stando a una prima ricostruzione, l’Mv Skagit, il tragitto in questione, era partito da Dar es Salaam, capitale commerciale della Tanzania, per raggiungere l’isola di Zanzibar. Il vento era molto forte e le onde molto alte, quindi non avrebbe fatto in tempo ad arrivare a destinazione e si sarebbe ribaltato a circa 14 miglia marine dal porto.

Anche le operazioni di soccorso sono particolarmente complicate a causa del maltempo che non sembra volersi arrestare.

La polizia intanto, sta continuando a indagare sull’incidente: le cause potrebbero non essere legate solo al maltempo.

Un episodio simile era già accaduto di nuovo meno di un anno fa, nel settembre 2011, quando più di 200 persone persero la vita nelle coste dell’Africa orientale. Le cause, si disse in quel caso, il fatto che il battello su cui si trovavano fosse eccessivamente affollato. Le autorità avevano parlato di quell’incidente come “il peggiore della storia della Tanzania”.

Mentre vanno avanti le operazioni di soccorso, intanto, il governo ha annunciato tre giorni di lutto nazionale per la tragedia.