home » diritti » Yemen, un milione di bambini gravemente malnutriti

Yemen, un milione di bambini gravemente malnutriti

19 July 2012versione stampabile

Un milione di bambini yemeniti sta affrontando da mesi una malnutrizione molto acuta a causa della gravissima difficoltà delle famiglie di pagare il cibo. Lo ha rivelato il World Food Programme (WFP) dell’Onu.

Brent Stirton/Reportage by Getty Images

L’instabilità politica ha spinto lo Yemen sull’orlo di una crisi umanitaria: secondo le organizzazioni umanitarie, almeno metà dei 24 milioni di abitanti soffrono di malnutrizione.

Le proteste che l’anno scorso hanno costretto l’ex presidente Ali Abdullah Saleh a dimettersi, hanno avuto come effetto un ingente incremento dei prezzi alimentari. Anche la disoccupazione è aumentata, mentre gli aiuti esteri sembrerebbero nettamente diminuiti.

“Ancora più grave rispetto alla questione della sicurezza alimentare è la situazione nutrizionale. Stimiamo che ci saranno almeno un milione di bambini a rischio di malnutrizione acuta nei prossimi mesi”, ha dichiarato a Reuters il vicedirettore del WFP, Ramiro Lopes da Silva.

“Mentre qui c’è un problema di sicurezza alimentare, voi il cibo nei mercati lo avete. Quindi, non è una questione di disponibilità, ma di accesso, poiché un ampio segmento della popolazione non ha il potere d’acquisto”, continua Lopes da Silva. Secondo quanto riferito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, la malnutrizione acuta comporta un deperimento grave nei bambini. Una condizione che, se peggiora ulteriormente, può portare alla morte.

Intanto le agenzie umanitarie hanno avvertito che i 4 miliardi di dollari in aiuti, promessi lo scorso maggio dai vicini dello Yemen e da altri Paesi occidentali per sostenere il patto politico creato quando il Paese era sull’orlo della guerra civile, non saranno sufficienti.

La grave malnutrizione che sta affrontando lo Yemen è un problema che la comunità internazionale conosce già da tempo. Solo un mese fa Geert Cappelaere, rappresentante Unicef per lo Yemen, aveva sostenuto durante una conferenza a Londra che il Paese ha “il più ad alto livello di malnutrizione cronica dopo Afghanistan”.

“Se non fate nulla per fermare quello che sta succedendo, in poco tempo vedremo sempre più bambini morire”, aveva detto il funzionario.