home » esteri » asia e pacifico » Thailandia, la Cambogia ritira le truppe dal confine

Thailandia, la Cambogia ritira le truppe dal confine

20 July 2012versione stampabile

Dopo decenni di contese e scontri anche molto feroci, Cambogia e Thailandia hanno ritirato le loro truppe dalla zona di confine contesa, situata vicino al tempio di Preah Vihear. Un evento significativo, dopo anni di combattimenti in cui molte persone hanno perso la vita (solo gli scontri dello scorso aprile hanno provocato la morte di 18 persone).

KHEM SOVANNARA/AFP/GettyImages

 

Intensa la cerimonia che ha sigillato la decisione che molti aspettavano da anni: alla presenza delle autorità militari dei due Paesi, circa 485 soldati cambogiani da una parte e un numero imprecisato di militari thailandesi dall’altra, hanno caricato contemporaneamente le armi su alcuni camion diretti nei pressi dell’antico tempio, in un’area demilitarizzata.

Circa 600 poliziotti hanno, quindi, preso servizio all’interno del tempio e nell’area di confine appena lasciata dalle truppe, al fine di preservarne la sicurezza. Sui monti che circondano il tempio poi sono state dispiegate da Banckok  300 guardie di frontiera.

I rapporti tra i due Stati sono sempre stati difficili, fin dall’epoca post-coloniale, ma anche molto prima dell’arrivo dei francesi. La comune rivendicazione di determinate aree, la definizione poco precisa dei confini terrestri e marittimi, l’odio etnico sono sempre stati i motivi che hanno impedito ai due Paesi una convivenza pacifica.

Nel caso dell’antico tempio indù di Preah Vihear, la sua rivendicazione risale alle divergenti interpretazioni dei confini tra il Siam e i territori dell’Indocina francese. Nel 1962, la Corte internazionale attribuì alla Cambogia il controllo delle rovine del tempio. L’area dove sorge quest’ultimo è considerata territorio cambogiano, ma è circondata da dirupi coperti di giungla che la Thailandia considera suoi.

Oggettivamente, però, a causa della conformazione morfologica del territorio, il tempio è impossibile da raggiungere passando dalla Cambogia.